Giovedi 9 Maggio alle ore 21 andrà in scena al Casinò di Sanremo lo spettacolo dei garsuneti du corsu du sanremascu, organizzato dalla Compagnia Stabile Città di Sanremo con la colleborazione della scuola media statale Italo Calvino  e giunto alla quarta edizione con sempre più numerosi ragazzi che desiderano conoscere e mantenere il dialetto della nostra città.

Lo spettacolo scelto è un “classicissimo” del teatro sanremasco: “U ciaravüju” di Gin de Stefani e Vincenzo Jacono, adattata per l’occasione da Aldo Bottini per un allestimento e regia di Anna Blangetti.

Nata dalla fervida mente dell’impiegato delle Poste e noto commediografo in dialetto locale Gin De Stefani, scritta a quattro mani insieme al poeta Vincenzo Jacono, la comemdia narra le esilaranti ed ironiche chiassate che solitamente nella vecchia Sanremo, tra i vicoli della caratteristica Pigna, gli amici dei giovani che convolavano a nozze con una donna più anziana di loro, quasi sempre una ricca ma non attraente vedova, erano soliti inscenare. “U ciaravüju” fu rappresentato per la prima volta il venticinque Marzo del 1930 in quello che per gli anziani sanremaschi è rimasto il Teatro per eccellenza, cioè il Principe Amadeo, che sorgeva nell’attuale Piazza Borea d’Olmo e che fu raso al suolo negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, durante la quale fu sventrato nel corso di un bombardamento.

L’ingresso è libero.

This entry was posted on giovedì, Maggio 2nd, 2013 at 12:40 pm and is filed under Gli spettacoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Commenti chiusi in questo momento.